+393406251296 info@anmashiatsu.it

seminario tenuto da Andreana Spinola 

alla Scuola Shiatsu AnMa 4,5 marzo 2017 Rivoli

             Conoscere la fascia, imparare a percepirne il movimento sottile e come liberarla in una seduta shiatsu,

Testa – Viso – Collo – Mani – Piedi

 

12049189_10154383624307178_1920225835505443693_n

La fascia, il regno del NON FARE perché tutto accada

uno strumento in più per l’efficacia dei nostri trattamenti

Noi siamo un insieme variegato integrato complesso e costantemente in movimento e di volta in volta, di luogo in luogo abbiamo bisogno di essere contattati nel giusto modo per riuscire a rompere i modelli energetici in cui in seguito a traumi ricevuti ci siamo bloccati. Lavorare sulla fascia permette di liberare questi blocchi che – anche se non ne abbiamo percezione – richiedono molta energia per ‘mantenersi in blocco’.

images

Il tessuto connettivo è l’organo della forma, che fa del corpo un mezzo plastico. “Se fosse possibile togliere tutti gli elementi di tessuto ad eccezione del connettivo, l’apparenza superficiale del corpo non cambierebbe”.

“È molto difficile descrivere le catene funzionali di queste fasce. Tutto è una catena e tutto è indissociabile. Gli anatomici stessi hanno rinunciato a questo studio che noi intraprendiamo con maggior modestia”. (Marcel Bienfait Le fasce : concezione d’insieme e riflessi terapeutici)

A partire dal tessuto connettivo embrionale l’evoluzione modella tessuti differenti ma che conservano sempre dei caratteri comuni. La sostanza fondamentale è diversa a seconda del tessuto considerato ma contiene sempre un protide il Collageno.

La costituzione è la stessa, i suoi diversi nomi dipendono dalla funzione che ricopre: fascia, aponeurosi, tendine, legamento, osso

In questo seminario lavoreremo principalmente su

  • Testa e Viso: luoghi dello Yang

  • Mani e Piedi: luoghi di contatto col mondo

Impareremo  delle  tecniche  e  diventeremo
più belli/e,     più lucide/i     e     più capaci

 

In questo seminario impareremo che il corpo sa come correggersi, ha la capacità di apprendere e riprogrammarsi: ha solo bisogno di una stimolazione intelligente.

…E che poco fa più di tanto…

“L’invecchiamento dell’uomo è un addensamento progressivo dei suoi connettivi”

La fascia avvolge le varie parti del corpo permettendo lo scivolamento fra differenti strutture, lo scorrimento dei muscoli tra loro e sopra le ossa, o degli organi tra loro.

Andreana_shiatsu-1.3  ANDREANA SPINOLA

Fondatrice e Responsabile Didattica della scuola IGEA di Roma
Terapista della Riabilitazione dal 1973. Nel 1989 è stata folgorata dallo Shiatsu al primo approccio e da allora ne ha fatto la sua professione come Operatrice. Iscritta al ROS (Registro Operatori Shiatsu) della FISieo n. 17\94, e poi, dal 1993, come Insegnante. Ha studiato e imparato da Akinobu Kishi Sensei, Pauline Sasaki, Cliff Andrews, Saul Goodman, Pia Staniek, Cristiane Roesner, Eva-Maria Shulte, Klaus Metzner, Ron de Koning e altri, oltre che dalle migliaia di trattamenti fatti. Del 1992, quando ancora lavorava in ospedale, lo studio pionieristico di Shiatsu applicato ai bambini prematuri. Membro della commissione esaminatrice della FIS e, dalla sua fondazione al 1999, membro dell’istituto culturale FIS. Nel 1999 fonda la scuola di Shiatsu Igea. Lo Shiatsu continua ad essere il suo impegno, la sua passione e il suo terreno di approfondimento.

Top

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire
funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul
modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web,
pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che
hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi