+393406251296 info@anmashiatsu.it

Uno spazio che ospita poesie e pensieri, tende la mano alle persone che sentono il bisogno di cordialità, amicizia, riflessione, sensibilità e   vedono la vita come una possibilità per accogliere i propri bisogni spirituali e scorgere la bellezza nascosta nelle piccole cose.

I temi proposti vogliono stimolare e nutrire il bisogno di manifestare, nei confronti del prossimo, un atteggiamento gentile, che di fatto diventa educazione verso se stesso.

 
Un giardino dedicato alle parole

Questo giardino dedicato alle parole è curato da Elena Gastaldi, Infermiera pediatrica, shiatsuka, Istruttore Mindfulness e scrittrice.
Essa ci accompagnerà con le sue proposte riflessioni e i suoi sguardi poetici.

 

Apriamo finestre sulla gentilezza

 

 
Piccoli gesti minimi.

Dire grazie quando in auto, e in coda, qualcuno ti fa passare; ricordarsi, qualche volta, di far passare qualcuno.

Dire grazie quando ti aprono una porta e non l’hai chiesto.

Dire grazie, e basta.

Salutare i portinai uscendo dal lavoro.

Dire buongiorno alla barista, PRIMA di chiedere il caffè.

Fermarsi ad accarezzare un cane per strada. Fermarsi a guardare un ragazzo che al semaforo fa bolle di sapone giganti e pensare quanta bellezza c’è, basta vederla. Fermarsi.

Ascoltare la risposta dopo aver chiesto come stai.

Guardare davvero la luce rarefatta e incantevole della neve all’alba.

Ricordarsi che sono i gesti minimi che fanno il mondo diverso.

 
La crosta del pane

Ci uniscono fili di luce
in volo sospeso
tra gli occhi e la pancia.
Mi sazia di bellezza
la crosta del panela
terra d’inverno
la carezza inattesa
tra la guancia e la spalla.

 

Sigillato dalla luce

Siedo sull’orlo di un prato seminando intenti
come grano sigillato dalla luce
che cade.
Apro le dita sulla terra:
piccolo gesto che affida,
che chiede.
Quieta sull’orla del prato
sto
spigolatrice di minuscoli splendori
impigliati nel nodo dei giorni.
Una volta colti dallo sguardo
saranno liberi di andare
e moltiplicarsi.

 

Tra oscurità e luce 

Sul confine perfetto e impreciso

tra l’oscurità e la luce

si muove ondeggiando il sentiero.

Io danzo sull’orlo inquieto

e il piede penetra la terra

il respiro di mille venti mi solleva.

Qui, adesso, io sono la mia casa.

 
Il mutevole equilibrio

Spiegami 
se puoi 
l’equilibrio mutevole tra il vuoto e il pieno 
dimmi 
come posso ospitarli
nella mano destra, 
nella mano sinistra, 
nella stanza silenziosa che origina la stirpe delle parole. 
Per ora li nutro del mio essere 
multiforme 
rarefatto 
intimo. 
Prendi da queste dita nude
il pieno 
il vuoto 
e tutto ciò che in mezzo sta  
come consacrata promessa al fuoco dell’interezza.

 
Mia Madre ha lunghe dita

Mia Madre ha lunghe
dita e mani grandi.
Mi ha insegnato a curare con balsami e veleni,
evocando il cerchio delle stagioni 
e i segreti del vento e del tuono
della fiamma e della cenere.
Mia Madre ha voce potente
e piedi forti.
Ogni sua orma è una parola ed un segno.
Mi ha insegnato a camminare 
e andiamo, con passo silente
nel ventre dell’Universo.
Noi, guaritrici della Terra.

 

Namasté.

Dal sanscrito “namas” (prostrarsi in reverenza), seguita dal suffisso “te”, a te.
Può essere tradotto come “la scintilla divina che è in me riconosce la scintilla divina che è in te”


Sono il Cerchio
e sono il punto al centro del Cerchio,
e sono l’orizzonte curvo tra il Cerchio e il tutto.
Sono seme che riposa nella fede
che anima la calda vita della terra,
e sono il fuoco che scalda il crogiolo
e anche l’aurum
che si dissolve, e poi si rapprende,
e poi
ancora.
Contengo ogni cosa creata
e in ogni cosa mi manifesto
e l’Uno, Inconoscibile, vive in me.

 

Sono figlia di un vento antico


Sono figlia di un vento antico
che vibra di forza e lentezza.
Attraversiamo le porte tra i mondi
diventiamo un corpo da sfiorare
e mille ipotesi da abbracciare.
Siamo tempo
infinito presente circolare

Top

Pin It on Pinterest

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire
funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul
modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web,
pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che
hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi